Recomendaciones


México dentro del ranking mundial como potencia en turismo
México dentro del ranking mundial como potencia en turismo
Turismo México
Turismo México
¿Qué es el Servicio Exterior Mexicano (SEM)?
¿Qué es el Servicio Exterior Mexicano (SEM)?
Guía del Viajero
Guía del Viajero
¡Oaxaca, lo tiene todo!
¡Oaxaca, lo tiene todo!

 

Congreso de la Unión, CDMX

 

La Repubblica Italiana è un socio strategico per gli Stati Uniti Messicani, e le relazioni bilaterali si sono consolidate durante gli ultimi anni grazie all’intensificazione del dialogo politico, in occasione degli incontri biennali della Commissione Binazionale Messico-Italia, e delle sempre maggiori visite di alto livello.

Dopo oltre vent’anni senza alcuna visita al più alto livello, cogliendo l’opportunità della congiuntura politica dei governi della XVII legislatura italiana, il Messico ha accolto il Presidente del Consiglio dei Ministri italiano, Enrico Letta, a gennaio 2014.

D’altro canto, il Presidente Enrique Peña Nieto ha visitato il Padiglione del Messico all’Esposizione Universale a Milano nel 2015, con motivo di una sua visita ufficiale a Milano e Roma.  

Il 2016 è stato un anno particolarmente intenso nelle relazioni tra i due Paesi. L’allora Primo Ministro, Matteo Renzi, ha guidato una delegazione commerciale in Messico, nel mese di maggio e, alcuni mesi dopo -fatto inusuale-, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha realizzato una visita di Stato in Messico.

Il dinamismo delle relazioni è proseguito durante la XVII legislatura e con il governo di coalizione del Movimento 5 Stelle e la Lega, tramite incontri con i nuovi legislatori, i presidenti delle commissioni parlamentarie e i membri del governo.

Per quanto riguarda le relazioni con Albania, Malta e San Marino, Paesi in cui questa Ambasciata è rappresentanza fuori sede, queste si svolgono con grande cordialità ed i numerosi scambi di appoggio reciproco per le candidature ad organismi multilaterali ne sono la testimonianza e riflettono l’identità di vedute in ambito internazionale.

I messicani godono di un sistema elettorale democratico in cui il diritto al suffragio universale è pienamente esercitato.  Il paese è una repubblica federale integrata da 32 entità federali: 31 Stati e Città del Messico con un sistema presidenziale di governo. Lo Stato messicano è diviso in tre poteri: Esecutivo, Legislativo e Giudiziario, e si conforma in tre livelli di governo:federale, statale e municipale.

A capo del potere Esecutivo Federale vi è il Presidente del Messico, Capo di Stato, Capo di Governo e Comandante Supremo delle Forze Armate.  Il Presidente ed i Governatori di ogni Stato rimangono in carica sei anni al termine senza possibilità di rielezione.

Il potere Legislativo è formato da due Camere federali, suddivise nella Camera Alta (senatori) e Camera Bassa (deputati). 

Il potere legislativo di ciascuna entità federale è integrato da una sola Camera: se appartenente a uno dei 31 stati è denominato Congresso locale.  Il corrispondente a Città del Messico è denominato Assemblea Legislativa.

Il Congresso Federale è così integrato:

a.  500 deputati della Camera Bassa: 300 dei quali eletti col principio di maggioranza relativa e gli altri 200 tramite rappresentazione proporzionale in carica per un periodo di tre anni.

b. 128 senatori: 64 dei quali eletti col principio di maggioranza relativa, 32 tramite rappresentazione proporzionale e 32 per minoranza, in carica per un periodo di sei anni.

 L’organo supremo del potere giudiziale è il Tribunale Supremo di Giustizia, integrato da undici ministri proposti dal Presidente ed eletti con il voto dei due terzi dei membri della Camera Alta, rimangono in carica per un periodo di quindici anni.  A capo del potere Giudiziale delle 32 entità federative vi è il rispettivo Tribunale Supremo di Giustizia.

La Riforma Politica Elettorale del 2014 ha permesso la rielezione dei deputati messicani fino a quattro mandati ed i senatori fino a due mandati consecutivi.

 La riforma ha incoraggiato la partecipazione della cittadinanza:

 1. Al fine di assicurare l’equità di genere, la riforma impone ai partiti politici la concessione alle donne del 50% delle proprie candidature;

 2. Rafforzare le candidature indipendenti assicurando ai cittadini che presentano le proprie candidature a incarichi di elezione popolare, l’ottenimento di risorse pubbliche e del tempo a disposizione sui mezzi di comunicazione;

 3. Agevolare l’esercizio del diritto al voto dei messicani residenti all’estero e

 4. Garantire alle popolazioni e comunità indigene il diritto ad eleggere i propri rappresentanti nei comuni così come il pieno esercizio delle proprie forme interne di governo.

 

Elezioni Generali nel 2018

Il 1º luglio 2018, si sono svolte in Messico elezioni federali e locali, per il Presidente della Repubblica, la Camera dei Deputati ed il Senato, Governatori di 8 Stati e il Sindaco di Città del Messico, oltre a 17 500 posti tra congressi locali, comuni e municipi, si è trattato del più alto numero di incarichi di elezione popolare mai registrato nella storia del Paese.

Il Dott. Andrés Manuel López Obrador, candidato della coalizione Juntos Haremos Historia (Insieme Faremo la Storia), composta da MORENA (Movimiento di Rigenerazione Nazionalel), PT (Partito del Lavoro) e PES (Partitio Incontro Sociale), è stato eletto Presidente del Messico. López Obrador ha ottenuto il 53% dei voti, Ricardo Anaya, della coalizione Por México al Frente, ha ottenuto il 22% e José Antonio Meade, leader della coalizione Todos por México, ha ottenuto il 16%. Il candidato indipendente  Jaime Rodríguez Calderón ha ottenuto il  5%.

Il partito político di Andrés Manuel López Obrador, MORENA, ha raggiunto la maggioranza assoluta sia al Senato, sia allá Camera dei Deputati, e ha vinto in 4 degli 8 Stati in cui si votava per il governatore (Chiapas, Morelos, Veracruz e Tabasco), oltre al posto di Sindaco di Città del Messico. Il PAN (Partito di Azione Nazionale) ha vinto negli Stati di Guanajuato, Yucatán e Puebla, il MC (Movimento Sociale) ha conquistato lo Stato di Jalisco.

Per ulteriori informazioni sui risultati elettorali in Messico, visitare la pagina web dell’Istituto Nazionale Elettorale INE.